:: Tolentino
:: San Severino Marche
:: I comuni della provincia
:: Sfondi per desktop
:: Sport Locale
:: Meteo
Neve
:: Eventi Sismici
:: Le attività commerciali
:: Numeri Utili


:: Cerco / Offro Lavoro
:: Compro, vendo, scambio


:: Notizie dal territorio
:: I prossimi eventi
:: Guarda lo spot televisivo


:: Le tue foto
:: Link amici
:: Orari FFSS
:: Orario aerop. Falconara
:: Elenco telefonico


:: Richiesta Informazioni
:: Contatta il webmaster
:: Collabora con noi
:: Lascia un tuo commento



Clicca qui



Pagine Correlate: Home - Prossimi Eventi
 LA FORMICA NEWS Clicca qui
Tolentino, mercoledì 12 gennaio 2011
Le perversioni oggi. Tra etica e psicoanalisi.

“Le perversioni oggi. Tra etica e psicoanalisi” è il tema che si affronterà sabato 15 gennaio 2011 alle ore 21.30, presso Sala Biblioteca Filelfica in Largo Fidi n. 11 a Tolentino, grazie all’intervento di Sergio Benvenuto psicoanalista e filosofo, ricercatore Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma, autore di numerosi libri di psicoanalisi e filosofia tra cui: "Perversioni: sessualità, etica, psicoanalisi" (Bollati Boringhieri, 2006), “Accidia. La passione dell'indifferenza” (Il Mulino, 2008).
Benvenuto tratta un tema attuale, di notevole interesse e complessità; un tema che ha molti risvolti non solo in ambito clinico, ma anche sociali ed etici; un tema che interroga profondamente la società quando, ad esempio, assume forme estreme come la pedofilia; un tema che, come è stato detto, ci invita a fare i conti con “la nostra negatività, la parte oscura di noi stessi”.
L’incontro, promosso dal Comune Tolentino, Assessorato prevenzione e disagio in collaborazione con il Centro Paul Lemoine Sede di Macerata e La Bottega del Libro, sarà introdotto da Alessandro Bruni (psicologo psicoterapeuta, Vicesindaco del Comune di Tolentino) e Orfeo Verdicchio (psicologo, psicoanalista, responsabile Scuola di Specializzazione in psicoterapia con indirizzo in psicodramma freudiano "Centro Paul Lemoine" sede di Macerata).
A cosa ci riferiamo usando questo termine? A una classificazione sessuologica, ad un disturbo mentale, ad una deviazione etica, ad uno stile erotico-edonistico, ad un'illusione storico-culturale?
Ripercorrendo le tappe fondamentali del pensiero psicoanalitico sulle perversioni (da Freud a Masud Khan, Lacan e Stoller, Benvenuto propone un approccio originale: le perversioni intese come uno scacco etico della vita sessuale. Nelle sue varie forme (esibizioniste, voyeuriste, masochiste, sadiche, feticiste, pedofile, ...), la perversione segna infatti un mancato rapporto con l'altro come soggetto di desiderio e di piacere. Gli atti perversi, di qualsiasi tipo, vanno intesi come una riedizione metaforica di un trauma sessuale, in cui il soggetto (per lo più da bambino) ha sofferto l'esperienza amara dell'esclusione e della gelosia. Su questa falsariga, la forma di vita perversa può essere superata rinunciando proprio a rivivere il trauma.
In un capitolo del suo libro, "Svezzarsi dalla perversione?", Benvenuto ricorda il significato della "cura analitica" delle perversioni: il percorso analitico, la cui specificità è costituita dal setting e da un tempo storicizzato e trasformativo, può consentire il lavoro di quel "lutto mancato" aiutando il soggetto a separarsi dal proprio trauma.
Benvenuto articola il suo approccio con uno stile personale, attingendo idee e riflessioni non solo da casi tratti dalla pratica clinica, ma anche da opere filosofiche, letterarie (dal marchese de Sade a Tanizaki), episodi storici, film ed esperimenti di psicologia sociale (come quello celebre di Stanley Milgram).

Comunicato Stampa

Ricerca: Torna all'elenco delle news>>>


La formica è online dal 24/12/1999. Informazioni: info@laformica.com. Domande sul sito: webmaster@laformica.com. Clicca per tornare all'Homepage.