:: Tolentino
:: San Severino Marche
:: I comuni della provincia
:: Sfondi per desktop
:: Sport Locale
:: Meteo
Neve
:: Eventi Sismici
:: Le attività commerciali
:: Numeri Utili


:: Cerco / Offro Lavoro
:: Compro, vendo, scambio


:: Notizie dal territorio
:: I prossimi eventi
:: Guarda lo spot televisivo


:: Le tue foto
:: Link amici
:: Orari FFSS
:: Orario aerop. Falconara
:: Elenco telefonico


:: Richiesta Informazioni
:: Contatta il webmaster
:: Collabora con noi
:: Lascia un tuo commento



Clicca qui, vai a GruppoSIS



Pagine Correlate: Home - Prossimi Eventi
 LA FORMICA NEWS Clicca qui2
Tolentino, martedì 21 settembre 2010
“ROTARY IN FESTA, ROTARY IN FIERA”: GRANDE SUCCESSO

GIA’ SI PENSA ALLA NUOVA EDIZIONE CHE POTREBBE ESSERE RIPROPOSTA AD ABBADIA DI FIASTRA
Si è appena conclusa la manifestazione “Rotary in festa, Rotary in fiera” e già si pensa alla prossima edizione che, con ogni probabilità, potrebbe essere organizzata sempre ad Abbadia di Fiastra di Tolentino. La prima edizione ha fatto registrare un grande successo. Circa tremila sono state le presenze durante la due giorni della manifestazione. Soddisfatto dell’esito dell’evento è il governatore del Distretto 2090 Rotary International, Mario struzzi. “E’ positivo il bilancio della manifestazione per aver coinvolto tutti i 67 club del distretto i quali – dice - con interesse e passione hanno rappresentato al meglio la loro storia. Hanno partecipato, inoltre, tutte le istituzioni. L’iniziativa sarà senz’altro riproposta il prossimo anno e potrebbe essere ospitata nello stesso luogo. Tutto è iniziato da un’idea, sposata poi da un gruppo di rotariani che, con passione e volontà, si è dedicato alla manifestazione.” Punto di riferimento del gruppo, dell’apposita Commissione istituita per l’occasione, è stato Massimo Massi Benedetti, past governatore del Distretto 2090. “Oltre a Massi Benedetti – continua Struzzi - non possiamo non citare Paolo Raschiatore, Aldo Angelico, Giancarlo Cognigni, Angelo Buonumori, Rino Di Maio, lo staff e gli assistenti del governatore”. Con una festa, unica nel suo genere, il Rotary ha voluto dimostrare che è una certezza, una conferma del radicamento nella società ottenuto, fin dalla fondazione, attraverso il servizio solerte, discreto e comunque puntuale in tutto il Distretto 2090, Albania compresa. Il Rotary è stato presente a favore di bambini, cultura, sanità, infrastrutture. E anche nell’ambito della festa sono state raccolte offerte per continuare le iniziative del Distretto 2090. Ogni bancarella dei 67 club aveva un proprio salvadanaio. E quanto raccolto sarà destinato alla Rotary Foundation. “Prestiamo la nostra professionalità – aggiunge il governatore - per la realizzazione di progetti cercando di avvicinarci ai bisogni della gente. Il lavoro del Distretto finalizzato al recupero dell’edificio A della facoltà di Ingegneria dell’Università di L’Aquila è un primo segno. E’ una formula nuova che impone la partecipazione al di fuori della consuetudine”. Importante per la riuscita della manifestazione è stata senz’altro la collaborazione dei club. In serata il governatore, insieme a molti rotariani, è stato così ospite a Tolentino del gruppo della rievocazione storica ‘Sul Ponte del Diavolo … tra storia e leggenda’ e ha cenato alla sala Medioevale del complesso della basilica di San Nicola di Tolentino. “C’è stata - afferma Struzzi - da parte della città di Tolentino e dei club dei paesi vicini una particolare attenzione verso l’evento, in modo singolare da quello di Tolentino che, tra le tante iniziative proposte, ha allietato il pomeriggio della domenica con l’esibizione di ballerini di tango e da quello di Montegranaro, che ha attirato al gioco con una artistica ruota della fortuna”. Anche per il presidente della commissione, Massimo Massi Benedetti, l’evento ha avuto esito positivo. “Tutti i club - sostiene - hanno partecipato, tutti hanno abbellito le proprie bancarelle. C’è stato un grande flusso di rotariani, famiglie, bambini. E’ un’attività con la quale il Rotary si integra nell’ambito della società. Il Rotary è parte della società civile. L’evento favorisce i rapporti tra culture e generazioni diverse. Il tutto nasce da un’esigenza del Rotary di intensificarsi nella società. Bisogna cambiare il modo di esprimersi, di comunicare mantenendosi fedeli agli ideali del Rotary che sono quelli della solidarietà, dell’amicizia e dell’impegno al di sopra di ogni interesse personale.”

Comunicato Stampa

Ricerca: Torna all'elenco delle news>>>


La formica è online dal 24/12/1999. Informazioni: info@laformica.com. Domande sul sito: webmaster@laformica.com. Clicca per tornare all'Homepage.