:: Tolentino
:: San Severino Marche
:: I comuni della provincia
:: Sfondi per desktop
:: Sport Locale
:: Meteo
Neve
:: Eventi Sismici
:: Le attività commerciali
:: Numeri Utili


:: Cerco / Offro Lavoro
:: Compro, vendo, scambio


:: Notizie dal territorio
:: I prossimi eventi
:: Guarda lo spot televisivo


:: Le tue foto
:: Link amici
:: Orari FFSS
:: Orario aerop. Falconara
:: Elenco telefonico


:: Richiesta Informazioni
:: Contatta il webmaster
:: Collabora con noi
:: Lascia un tuo commento



Clicca qui, vai a GruppoSIS



Pagine Correlate: Home - Prossimi Eventi
 LA FORMICA NEWS Clicca qui2
Macerata, domenica 21 settembre 2008
MORBO DI ALZHEIMER, SFIDA SANITARIA E SOCIALE DEL NOSTRO TEMPO. CONVEGNO DELL’AFAM A MACERATA PER LA “GIORNATA MONDIALE ALZHEIMER”

Anche Macerata ha aderito con una propria iniziativa alla Giornata Mondiale dell’Alzheimer per ricordare il dramma di una malattia che colpisce oltre 26 milioni di persone al mondo, 6 milioni e mezzo di europei, circa mezzo milione di italiani, almeno un migliaio di persone nella provincia maceratese.
Al teatro “Filarmonica” si è svolto un convegno organizzato dalla neo costituita Associazione Familiari Alzheimer Macerata (Afam). Dibattuti gli aspetti sanitari e sociali di questa patologia che – secondo stime internazionali riferite dall’assessore provinciale Alessandro Savi – nel 2040 vedrà raddoppiati il numero dei pazienti nei paesi industrializzati e più che triplicati nel resto del mondo. “Non c’è tempo da perdere” ha detto – ricordando il tema della Giornata mondiale” – l’assessore comunale Michele Lattanti, per il quale occorre incentivare gli sforzi sia sul piano delle ricerca medica, sia su quello dei servizi. L’assistenza al paziente di alzheimer, infatti, è solo una parte del problema sociale che suscita tale patologia. Come ha ricordato la presidente e fondatrice dell’associazione maceratese, Manuela Berardinelli, la malattia incide profondamente sulla vita di tutta la famiglia che quasi sempre viene a trovarsi sola e disorientata di fronte ad un evento così improvviso e sconvolgente. Sulla necessità di interventi integrati tra sanità e sociale si è soffermato anche il direttore dell’Asur di Macerata, Piero Ciccarelli, il quale ha sottolineato come si tratti di una malattia che coinvolge doppiamente le donne. Sia perché stante la loro maggiore longevità sono loro percentualmente le più colpite, sia perché sono quasi sempre le donne (mogli o figlie) ad assistere i malati di Alzheimer. I due ospiti del convegno, il primario neurologo emerito dell’ospedale Niguarda di Milano, Carlo Alberto Defanti e il presidente dell’associazione Alzheimer di Monza, Luciano Quinto, hanno parlato rispettivamente di come prendersi cure del malato e dei servizi di eccellenza raggiunti nel comprensorio della Brianza a sostegno dei pazienti e dei loro familiari. Dal convegno è emerso in modo inequivocabile come l’Alzheimer rappresenti una delle maggiori sfide sanitarie e sociali del nostro tempo.
* * *
Il convegno al teatro La Filarmonica è stata per l’Associazione Familiari Alzheimer Macerata l’occasione per presentarsi alla città ed al territorio provinciale, dopo la presentazione alla stampa avvenuta nei giorni scorsi in Provincia. L’AFAM è composta essenzialmente da familiari di malati colpiti dal mordo di Alzheimer ed è nata con lo scopo di migliorare la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie che si trovano improvvisamente investite da una problematica di cui sanno poco o niente, alle prese con mille difficoltà sia di ordine materiale, che economico, psicologico ed emotivo. Gli obiettivi che l’Afam si propone sono: informare e sensibilizzare sulla malattia e tutti i suoi aspetti; rappresentare le esigenze dei malati e delle famiglie presso le Istituzioni; dare formazione ai familiari e a coloro che assistono il malato; creare possibilità di scambi tra gli associati. Per contatti con l’Afam: telefono 331-7812719, sito internet www.familiarialzheimer.com. posto elettronica info@familiarialzheimer.com


Comunicato stampa

Ricerca: Torna all'elenco delle news>>>


La formica è online dal 24/12/1999. Informazioni: info@laformica.com. Domande sul sito: webmaster@laformica.com. Clicca per tornare all'Homepage.