:: Tolentino
:: San Severino Marche
:: I comuni della provincia
:: Sfondi per desktop
:: Sport Locale
:: Meteo
Neve
:: Eventi Sismici
:: Le attività commerciali
:: Numeri Utili


:: Cerco / Offro Lavoro
:: Compro, vendo, scambio


:: Notizie dal territorio
:: I prossimi eventi
:: Guarda lo spot televisivo


:: Le tue foto
:: Link amici
:: Orari FFSS
:: Orario aerop. Falconara
:: Elenco telefonico


:: Richiesta Informazioni
:: Contatta il webmaster
:: Collabora con noi
:: Lascia un tuo commento



Clicca qui, vai a GruppoSIS



Pagine Correlate: Home - Prossimi Eventi
 LA FORMICA NEWS Clicca qui2
Tolentino, venerdì 3 settembre 2004
LE PRECISAZIONI DEL COSMARI SULLA DISCARICA DI POTENZA PICENA

Per l’ennesima volta il COSMARI, si trova a fornire informazioni e delucidazioni circa la discarica di Potenza Picena. Più volte infatti si è intervenuti per spiegare, anche in maniera approfondita, gli interventi che hanno interessato l’impianto de La Castelletta, i quali hanno consentito di bonificare un sito inquinato con un limitato e breve utilizzo di nuova volumetria. Si continuano con polemiche sul progetto da parte del Comitato; evidentemente non pago delle ripetute sconfitte rimediate sui versanti giudiziari, che non solo non hanno impedito di risanare la discarica e di avviare la gestione del nuovo lotto, ma dalle cui perizie ed indagini è derivato un riconoscimento plurimo dei tecnici incaricati dai tribunali sulla validità progettuale e realizzativa della discarica. In questa rinnovata strategia continuano ad essere impunemente lanciate affermazioni false sulla presunta mancata bonifica o sul perdurante inquinamento delle falde o sui problemi di stagnazione del percolato o di diffusione di odori. Fantasie in malafede come i fantomatici malfunzionamenti prima dell’avvio o la fantasia sulla necessità di procedere a chissà quali rifacimenti.
Innanzi tutto va detto che l’inaugurazione è avvenuta nel momento in cui i lavori erano terminati e non appena ricevuto il parere favorevole degli enti preposti per l’utilizzo delle nuove vasche per l’abbancamento dei rifiuti provenienti dagli impianti consortili.
Quindi niente motivi elettoralistici, ma solo la volontà di attivare una discarica, gestita in maniera trasparente e nel pieno rispetto delle leggi e dell’ambiente, da un Consorzio pubblico con notevoli risparmi per i cittadini.
Per quanto concerne i dati sull’inquinamento è bene riferirsi ai numeri, e non affidarsi ad affermazioni generiche, peraltro riscontrabili essendo la discarica costantemente monitorata sia dal COSMARI stesso che dall’ARPAM.
L’ultimo prelievo e relative analisi è stato eseguito il 19 luglio u.s.; i risultati confermano gli effetti positivi dell’intervento di bonifica, con un lento e graduale miglioramento a riguardo delle acque sotterranee, rilevabile in tutti i piezometri.
Inoltre non si rileva nessun inquinamento dei corsi d’acqua che, tra l’altro, nell’ultimo prelievo (ma anche attualmente) sono asciutti.
Anche il percolato prodotto da tempo non staziona più all’interno della discarica ma confluisce regolarmente nella vasca di accumulo.
Falliti i versanti giudiziari e avviata la gestione il Comitato cerca di attaccare anche questa fase:
E’ bene essere chiari fino in fondo: la discarica è gestita in maniera trasparente ed innovativa, oltre che nel pieno e totale rispetto della legge e del piano di gestione, basta richiamare gli accertamenti e i sopralluoghi di diversi organi di controllo con il risultato è che non è emersa alcuna difformità nella gestione che, quindi, assicura il massimo dell’efficienza e della tutela ambientale e della salute pubblica.
Le operazioni, quindi, proseguono regolarmente e non si vede per quale motivo debbano essere ipotizzate, da parte del Comitato, eventuali rimozioni di rifiuti.
Crediamo, infine, che vada anche detto che non tutta “la popolazione è allarmata” ma solo una esigua parte che da sempre è stata contro la discarica.
Fortunatamente molti cittadini di buon senso hanno compreso l’importanza di bonificare un sito, altrimenti inquinato ed inquinante e con grande senso civico hanno anche accolto positivamente l’idea di una discarica pubblica che, con una corretta gestione, offre ampie garanzie di rispetto ambientale.

Ancora una volta la strada imboccata dal Comitato di danneggiare un operazione di grande rilevanza ambientale per il territorio, voluta fortemente dal comune e da quanto consorzio (e quindi da soli soggetti pubblici), per tentare di attivare la protesta, finirà nel più totale fallimento, perché le centinaia di persone che ogni giorno visionano la discarica o chiedono di visitarla, ben volentieri accontentati dagli operatori del COSMARI, si stanno rendendo conto di persona della cura, della tecnologia innovativa e della trasparenza con cui il consorzio gestisce detto impianto.










Comunicato stampa

Ricerca: Torna all'elenco delle news>>>


La formica è online dal 24/12/1999. Informazioni: info@laformica.com. Domande sul sito: webmaster@laformica.com. Clicca per tornare all'Homepage.