:: Tolentino
:: San Severino Marche
:: I comuni della provincia
:: Sfondi per desktop
:: Sport Locale
:: Meteo
Neve
:: Eventi Sismici
:: Le attività commerciali
:: Numeri Utili


:: Cerco / Offro Lavoro
:: Compro, vendo, scambio


:: Notizie dal territorio
:: I prossimi eventi
:: Guarda lo spot televisivo


:: Le tue foto
:: Link amici
:: Orari FFSS
:: Orario aerop. Falconara
:: Elenco telefonico


:: Richiesta Informazioni
:: Contatta il webmaster
:: Collabora con noi
:: Lascia un tuo commento



Clicca qui1



Pagine Correlate: Home - Prossimi Eventi
 LA FORMICA NEWS Clicca qui
Serrapetrona, lunedì 22 settembre 2003
Serrapetrona, nello scorso weekend, ha festeggiato il "Vernaccia day".

Serrapetrona in festa celebra il suo nettare


Due giorni per celebrare il riconoscimento di "Denominazione di origine controllata e garantita" (il famoso e prestigioso marchio Docg) ottenuto dal celebre vino spumante prodotto nella cittadina dell'alto maceratese. Una particolarità deccellenza che riscuote sempre maggiori consensi tra il grande pubblico e gli addetti ai lavori.

Nel corso di una conferenza stampa (seguita da una ricca e prelibata cena) svoltasi presso l'agriturismo "Caravanserraglio", enologi ed esponenti della stampa specializzata (tra cui anche il presidente nazionale dei giornalisti agro-alimentari, Pasquale Satalino) hanno affrontato il tema-Vernaccia, sviscerandolo in tutti i suoi aspetti, nessuno escluso.

Presente anche il vicepresidente della Provincia di Macerata, Silvano Ramadori.

"Il nostro - ha ricordato il sindaco di Serrapetrona, Giampiero Feliciotti - è l'unico vino nelle Marche ad aver ottenuto la Docg. Attualmente sono 44 gli ettari in produzione ed in città operano quattro imbottigliatori: Lanfranco Quacquarini, Alberto Quacquarini, Graziella Giacinti e Massimo Serboni".

L'enologo Alberto Mazzoni ha tracciato il profilo sensoriale del prodotto di cui si è discusso.

"E' un vino - ha detto - dal colore rosso granato con toni violacei in gioventù, con grande limpidezza e trasparenza dovuta anche alla presenza di anidride carbonica. All'olfatto ricorda marasca, prugne nere, confettura di frutta rossa e leggero mallo di noce, uniti a radice di liquirizia e rose appassite, con lunga persistenza ed eleganza. Al gusto può essere secco o volgere all'amabile, anche al dolce, dove però la vena acidula mantiene la sua forza".

La Vernaccia è perfetta su dolci di carnevale, crostate con frutta rossa e ciambellone con cioccolata. Quella amabile dà il meglio di sé con ciauscolo e pizza di formaggio, salumi e carni arrosto.

DANIEL FERMANELLI

Corriere Adriatico

Ricerca: Torna all'elenco delle news>>>


La formica è online dal 24/12/1999. Informazioni: info@laformica.com. Domande sul sito: webmaster@laformica.com. Clicca per tornare all'Homepage.