:: Tolentino
:: San Severino Marche
:: I comuni della provincia
:: Sfondi per desktop
:: Sport Locale
:: Meteo
Neve
:: Eventi Sismici
:: Le attività commerciali
:: Numeri Utili


:: Cerco / Offro Lavoro
:: Compro, vendo, scambio


:: Notizie dal territorio
:: I prossimi eventi
:: Guarda lo spot televisivo


:: Le tue foto
:: Link amici
:: Orari FFSS
:: Orario aerop. Falconara
:: Elenco telefonico


:: Richiesta Informazioni
:: Contatta il webmaster
:: Collabora con noi
:: Lascia un tuo commento



Clicca qui1



Pagine Correlate: Home - Prossimi Eventi
 LA FORMICA NEWS Clicca qui2
Tolentino, giovedì 17 settembre 2009
A Tolentino presentazione del volume “Paolo Pace incisioni e dipinti”

L’Accademia Filelfica di Scienze, lettere ed Arti di Tolentino con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio della provincia di Macerata con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Macerata e del Comune di Tolentino organizza la presentazione del volume “Paolo Pace – incisioni e dipinti” a cura di Marilena Pasquali. L’evento si terrà venerdì 18 settembre, alle ore 17.3°, all’Auditorium “Nicola Fusconi” del complesso monumentale della Basilica di San Nicola da Tolentino.
Con questa pregevole opera si va a rendere omaggio ad un grande artista tolentinate, figura di primo piano dell’arte e della storia cittadina. Libertà di pensiero e talento. Creatività e lungimiranza politica. Sensibilità e passione. Cultura e impegno civico. Democrazia, indipendenza e libertà, sia di pensiero che artistica. Sono questi i motivi che meglio descrivono la complessa personalità di Paolo Pace. Un uomo, vero intellettuale, che ha attraversato da protagonista la storia della nostra Città a metà del ‘900 e che ha segnato, con le sue opere anche la storia dell’arte italiana. Infatti Paolo Pace ha lasciato un segno indelebile, personalissimo, sia nell’arte che nella politica. Anticipatore di alcuni tratti stilistici, è stato un originale incisore e pittore. Contemporaneamente ha saputo alternare alla sua arte, l’impegno di uomo politico. Primo Sindaco di Tolentino, eletto dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e prima ancora ispiratore di quella lotta di Liberazione che ha suscitato i nostri principi istituzionali e costituzionali, ha guidato con concretezza la rinascita di Tolentino, lasciando un esempio altissimo di amministratore illuminato e pronto a confrontarsi con quelle che sono state le sfide della ricostruzione post-bellica. Ma il suo genio traspare in maniera chiara nelle sue opere d’arte. Ci ha trasmesso un grande patrimonio di dipinti ed incisioni che ci raccontano la sua personalità d’artista e di uomo. Con grande attenzione è stato un raccoglitore del nostro patrimonio paesaggistico: le fabbriche dell’interland milanese, le campagne marchigiane, gli alberi, i fiori, ci raccontano di un mondo, oramai scomparso, ma sempre vicino al nostro modo di essere, alle nostre radici. Pace ha saputo interpretare e descrivere, in ogni sua incisione o acquaforte, con rara maestria e grande tecnica, trasmettendoci emozioni reali, il nostro mondo. Ha saputo raffigurare le cose più semplici del nostro vivere quotidiano, come un vaso di fiori o più semplicemente è riuscito a fissare, come in una istantanea, un mirabile paesaggio che ancora oggi ci parla delle sue esperienze milanesi e romane.
Questo catalogo – scrive il Sindaco di Tolentino Luciano Ruffini - è la migliore testimonianza di un dialogo, credo mai interrotto, tra incisore e pittore, che ci aiuta a comprendere la grandezza di questo Maestro del Novecento che merita di essere studiato approfonditamente per avviarne una riscoperta che sfoci, ce lo auguriamo, in una grande mostra. Un plauso ed un ringraziamento a chi a reso possibile questa opera ragionata della variegata produzione artistica di Paolo Pace: alla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata, all’Accademia Filelfica, a tutti coloro che hanno messo a disposizioni le opere ed al critico d’arte Milena Pasquali che ha saputo cogliere, con la professionalità e la preparazione che la contraddistingue, i tratti salienti di Pace, sottolineandone le peculiarità e la modernità di linguaggio stilistico. Credo che molti concittadini, ancora oggi, sentano l’assenza di Paolo Pace, venuto a mancare troppo presto, un uomo che con il suo sorriso, il suo sguardo intelligente e soprattutto con la sua personalità, vive nel ricordo di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e che oggi, grazie a questo volume, continuerà a vivere con tutto il suo essere, nelle future generazioni, rammentandoci che l'immaginazione è la prima fonte della felicità umana e che Ogni grande opera d'arte ha due facce, una per il proprio tempo e una per il futuro, per l'eternità.

Comunicato Stampa

Ricerca: Torna all'elenco delle news>>>


La formica è online dal 24/12/1999. Informazioni: info@laformica.com. Domande sul sito: webmaster@laformica.com. Clicca per tornare all'Homepage.